Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2012

Postumi da intossicazione?

Settimane buie queste qui. La ragazza che mi aiutava in casa mi ha mollata di punto in bianco. Per godersi la figlia ha detto lei. In realtà é andata a convivere con un uomo sposato di punto in bianco e le gioie familiari di cui vorrà godere saranno altre. Poco male. Ho rimpiazzato.
Il caldo tropicale é arrivato proprio quando il mio stomaco é andato K.O. e le mie gioie mensili sono venute a farmi visita.
Ho però scoperto come creare una boiserie fatta in casa, resta da procurarsi il materiale e avrò anche io una parete degna di una casa inglese. Perché se io non vado in Inghilterrà, un pezzo di Inghilterrà dovrà venire a casa mia. Non c'é verso. Mi é ripresa la vena creativa e con essa la voglia di studiare e imparare nuove cose. Più si corre e più si acquista fiato. Funziona così no? Però mi sono ridotta sola come un cane. Chissà perché si usa dire così. Frequento gente, mica resto tappata in casa, ma non riesco mai a socializzare come vorrei. I sabati sera finisco a fare la b…

Si ricomincia

Dialogo di venerdì 22 giugno ore 9:40 in pizzeria: IO: " Sono proprio contenta. Ad Ottobre sarà un anno che ho ripreso a mangiare praticamente tutto e il mio stomaco non si é ribellato. LUI: "Sono contento. Magari é pure il tuo approccio al cibo meno sospettoso che ti aiuta."
Domenica, 24 giugno ore 19:00. IO: "Mi sento strana. Non so dire come, ma mi sento nel pallone. LUI: "Sarà il caldo. Accendiamo il ventilatore. E stai ferma, riposati. Riesci a stare ferma ogni tanto?. Nessuna risposa da parte mia. Ero intenta ad abbracciare il wc. Vomitata record. Nemmeno ai tempi bui ho vomitato così tanto. Anzi, solo una volta, la prima volta. Quella in cui é iniziato il mio addio al cibo.
Tra venerdì e domenica non é cambiato il mio approccio al cibo. C'é stato un sabato. E un matrimonio. Io lo dicevo che quella sala aveva un odore strano. Che le sale ricevimenti non devono avere questo odore. Che sì tutto era buono, ma tutto molto strano, troppo condito. Ho pil…