Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2011

I sogni sono desideri?

Nemici-Amici

Post di un lunedì impicciato.

Devo smetterla di stare sempre con il naso per aria ad osservare il cielo, in attesa di un responso che dovrebbe permettermi di dare una svolta alla mia vita. Devo smetterla di avere sempre questo sguardo corrucciato di chi trova che non c'è nulla di buono da prendere ed é tutto da buttare. Come il film che sto per guardare. Pessimo, ma tiene compagnia.Perché questa é una di quelle sere dove nulla riesce a catturare la mia attenzione perché ho la testa piena di  domande e la presunzione di volere delle risposte.Ho la pancia piena di tè freddo e ne berrei ancora, fino a scoppiare. Perché mi piace berne un bicchiere dopo l'altro, il primo veloce e poi gli altri a seguire sempre più lentamente fino a quando la bottiglia non sarà vuota e devo sforzarmi di non iniziarne un'altra. Per questo evito di riempire più di due bottiglie di tè. Rischierei di scoppiare. Tanto so che se stanotte rimarrò sveglia, non sarà colpa sua, ma della mia vocina interiore che continua a porre domand…
Mi ha detto che secondo lui la gente vive per anni e anni, ma in realtà è solo una piccola parte di quegli anni che vive davvero, e cioè negli anni in cui riesci a fare ciò per cui è nata. Allora, lì, è felice. Il resto del tempo è tempo che passa ad aspettare o a ricordare. Quando aspetti o ricordi, mi ha detto, non sei né triste né felice. Sembri triste, ma è solo che stai aspettando, o ricordando. Non è triste la gente che aspetta, e nemmeno quella che ricorda. Semplicemente è lontana.

A. Baricco - Questa Storia.

Per Rebecca

Ciao Rebecca,
avevo risposto inviandoti un messaggio, ma mi sa che non é arrivato. Credo che conoscerci sia possibile, ma meno incontrarci, a meno che anche tu non viva in quest'isola che piiù a sud ci sta solo l'Africa. 

Autunno in viaggio

Che l'autunno stia per arrivare? Da oggi ricomincia il Tenente Colombo. Conosco tutte le puntate a memoria, ma non posso fare a meno di non vederlo. Se il lavoro mi ha costretta a dire addio all'Ispettore Barnaby alle cinque del pomeriggio (mannaggia, fosse inverno e fossi a casa, sarebbe l'ora perfetta per il tè), la Domenica posso rilassarmi godendomi il tenente più simpatico della TV. Intanto, oggi, ho ancora fatto un bagno al mare. Acqua calda, calma, limpida. Come al mio solito sono rimasta a mollo finché mani e piedi non si sono raggrinziti. Credo, però, che questo sarà l'ultimo bagno della stagione. Almeno lo spero. Non fare bagni significa che l'autunno é finalmente arrivato e non solo in TV. Mi aspettano mesi belli pieni. E, ad Ottobre, dovrò pure partire per una settimana. Milano! Capitale della moda e della bella vita. Un altro mondo rispetto a qui. Peccato ci vada per lavoro, ma almeno ho la possibilità di beccare una mostra, un evento, qualcosa che sia v…

Che suono ha la noia?

Panni stesi